IPSA, Roma

IPSA, Roma

Ancora un concerto pianistico, affidato ad un altro musicista portoghese, Raul Pinto, chiude questa prima rassegna autunnale dell’Istituto Portoghese.

Programma classicoa-romantico, con cinque portoghese, con la “Pequena Obsessão Compulsiva” di A. Delgado.

Raul Pinto, esecutore raffinato ed esperto, si è affermato in Portogallo dove vive e svolge prevalentemente la propria attività concertistica, didattica ed organizzativa.

Pur continuando, infatti ad esibirsi nei più importanti auditori e teatri del suo paese, dal 1999 ha fondato insieme ad altri musicisti “Associazione Musicisti e Musica”, che ha sviluppato un lavoro di divulgazione musicale nel nord del paese, organizzando anche rassegne e cicli di concerti.

Collabora inoltre con alcuni compositori portoghesi, sia nell’interpretazione delle opere contemporanee portoghesi, sia nella realizzazione di concerti commentati e colloquiati.

Emerge da quanto esposto, non solo l’interesse dell’Istituto per il repertorio musicale classico e tradizionale, ma anche la sua vocazione sperimentale, volta a scoprire e valorizzare esecutori ed autori contemporanei portoghesi e non, la cui produzione viene portata all conoscenza e fruizione di un più vasto pubblico.

Citiamo doverosamente la vicinanza all’Istituto de J. Dos Santos, uno dei compositori portoghesi contemporanei, più spesso presente nei pprogrammi musicali dei concerti dell’Istituto di S. Antonio.

Della sua abbondante e varia produzione, ricordiamo in particolare le opere che creano accostamenti inusuali, quali li composizioni per organo e marimba, mandoloncello e piano, oltre alla numerosa produzione orchestrale, cameristica e oratoriale.

IPSA, Roma
2002